Area Psico-Sociale

Famiglia felice: esiste veramente come nelle pubblicità?

 

La famiglia è uno dei pilastri nella vita di ciascuno di noi, un punto di riferimento che ci forma e ci “plasma”. Inutile dire che è proprio la famiglia il nostro primo vero ambiente di vita: è con i nostri familiari che ci confrontiamo sin dalla nascita, sono proprio loro che ci amano e ci educano e che ci aiutano e supportano anche e soprattutto nei momenti complicati.

Quando si parla di famiglia, però, non è sempre tutto rose e fiori.

Non tutto è sempre positivo in quanto come sappiamo ci sono famiglie che possono diventare un vero e proprio ostacolo al benessere personale e dei propri figli e che, quindi, diventano fonte di difficoltà e di malessere.

Nonostante tutto ciò, l’idea che comunemente si associa alla parola “famiglia” è quella di amore, positività, benessere e supporto. Una domanda che molti, però, si pongono: “ma è possibile creare famiglia felice e perfetta come quella delle pubblicità?” Esistono davvero?

Cerchiamo di capire qualcosa in più a tal proposito.

Famiglia felice come nella pubblicità: è possibile?

Chi non ha mai visto la pubblicità con la famiglia felice del Mulino Bianco, ormai diventata un cliché, e non ha desiderato avere una famiglia proprio come quella descritta? Probabilmente è capitato a tutti noi di fantasticare proprio su quest’immagine, perché quella famiglia, così come ci appare nella pubblicità, è perfetta. Proprio per questa perfezione, molti di noi cercano di costruire tutto questo anche nella realtà.

Ma è davvero possibile tutto ciò?

Sicuramente possiamo affermare che è possibile, ma non si può pensare che tutto possa essere sempre perfetto proprio perché la realtà, come ben sappiamo, è un’altra cosa. Non è più un tabù affermare che anche nelle famiglie felici e “solide” ci sono difficoltà e problemi proprio perché la perfezione, di per sé, non esiste.

Quante volte è capitato di vedere famiglie che all’apparenza sembrano perfette, ma che in realtà hanno difficoltà nascoste che affrontano ogni giorno? Probabilmente è la storia di tutti i giorni perché la vita è fatta anche di ciò.

La felicità è qualcosa che sicuramente caratterizza molte famiglie che ci circondano, forse anche la nostra, ma non è uno stato perenne e costante in quanto ogni giorno ci sono delle questioni da affrontare che richiedono molte risorse personali come la capacità di problem solving, la capacità di fronteggiare i problemi e di gestire le proprie emozioni o i conflitti in generale.

Anche nella famiglia felice si litiga?

Un mito da sfatare che è spesso legato all’idea di famiglia e di “felicità” è quello secondo cui nelle famiglie felici e perfette non si litiga mai, o quasi. Questo spesso vale anche per le coppie: spesso si pensa che, di solito, due partner che non litigano siano perfetti e felici.

Tutto ciò non è vero: nelle famiglie, così come nelle coppie, si discute e si litiga proprio perché c’è un confronto tra persone diverse che, quindi, hanno un carattere diverso e opinioni diverse. Non è possibile vivere all’unisono secondo le stesse idee perché, in quel caso, non si parla di una famiglia che funziona bene, ma di una famiglia che “opprime” i pensieri divergenti e le personalità dei vari membri.

Una famiglia felice è una famiglia che discute e litiga, ma in modo costruttivo: è questa la reale differenza che bisogna tenere in considerazione.

Non è tanto nella mancanza di litigio o discussione che risiede la felicità quanto nella capacità di gestire ottimamente una discussione facendola diventare un momento di confronto e di crescita per ogni membro. Capire come gestire i conflitti non è semplice, ma col tempo si riesce a capire ciò che effettivamente si può fare per farlo meglio.

Un’altra caratteristica di una famiglia felice è la libertà: ogni membro deve sentirsi libero di esporsi, sbagliare e fare ciò che sente. Il ruolo della famiglia, in questo caso, è quello di supporto ossia supportare le scelte e le azioni ed eventualmente aiutare l’altro.

Consigli: quali seguire?

Quale consiglio possiamo seguire o mettere in pratica per cercare di avere una famiglia felice? Vediamone qualcuno qui di seguito.

Liberati dagli stereotipi: primo consiglio

Il primo passo per avere una famiglia felice è liberarsi dagli stereotipi della famiglia della pubblicità perché dobbiamo assumere consapevolezza del fatto che quell’immagine nella realtà non può esistere in modo costante. Sicuramente è possibile avere una famiglia felice ma bisogna uscire dall’idea che la felicità sia costante e sempre presente in quanto anche e soprattutto nelle famiglie felici ci sono momenti di difficoltà ed ostacoli da superare.

Costruisci ogni giorno la tua felicità: secondo consiglio

Un passo che bisogna attuare è quello dell’azione ossia impegnarsi con dedizione e costanza nel costruire una famiglia felice e soprattutto sana e funzionale. Tutto ciò richiede impegno, fatica e costanza da parte di ogni membro; quello che però bisogna ricordare è che è possibile avere una famiglia felice.

Scritto il 29.Set.21 in  da Servizio Italiano di Psicologia Online

Pubblicato sul sito www.psicologi-online.it

 

CONDIVIDI SU
ARTICOLI CORRELATI
Nuove forme di famiglia
Fare il genitore è il mestiere più difficile del mondo.
6 piccoli gesti che possono avere grandi effetti sulla vostra relazione